Quercus ilex Albero leccioQuercus ilex Albero leccioQuercus ilex Albero leccioQuercus ilex Albero leccioQuercus ilex Albero leccio

Leccio

0.00 

Specie sempreverde, autoctona, ampiamente diffusa nell’Italia mediterranea, ma anche nelle regioni a clima temperato, fino a 600 m di quota.

Descrizione

  • Indicazioni gestionali

    Moderate esigenze di manutenzione: pianta molto rustica, tollera abbastanza bene le potature intense in forme obbligate, può essere piantata vicino ad altre piante senza perdere i rami nella parte inferiore o diradare le foglie. Elevata tendenza a sporcare: caduta di foglie continua.

  • Curiosità

    In ambienti rupestri può assumere aspetto cespuglioso. La corteccia inizialmente liscia ed opaca con l’invecchiare della pianta diventa di colore scuro e a placche. I frutti sono ghiande singole o in gruppi di 2-5. È frequentemente utilizzato come pianta ornamentale molto decorativa. Ricco di tannino, il legno di leccio è molto duro e di difficile lavorazione.

  • Usi suggeriti

    Pianta singola o in gruppo. Parchi e giardini. Alberatura stradale. Piazze, piazzali ed aiuole. Rinaturalizzazioni. Siepi e barriere. Grandi e piccoli spazi. Alta adattabilità alle condizioni urbane.

  • Nome scentifico

    Quercus ilex

Caratteristiche

Altezza media*15-20 metri
Ingombro della chioma*6 metri
Forma della chioma*arrotondata
Tasso di crescità*lento
Longevità media*> 100 anni
Invasività*non invasiva
FoglieSempreverdi, coriacee color verde scuro lucide nella parte superiore, grigiastre nella parte inferiore. Variano molto in forma e dimensioni (lunghezza max 7cm).
FioritureAprile-Giugno, poco significativa
FruttiGhiande ovali, rinchiuse per metà in una cupola grigia tormentosa

Tolleranza allo stress

Siccitàalta
Sommersionemedia
Inquinantialta

Esigenze

EsposizionePieno sole, mezz’ombra, ombra
Temperatura minima-20°C
pHN.D.

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni.

Solo gli utenti registrati che hanno piantato questo albero possono lasciare una recensione.